Incontro con Giovanni Impastato

L’ATTUALITA’ DELLA LOTTA ALLA MAFIA:
 UNA MATTINATA CON GIOVANNI IMPASTATO

Immagine1 

Il 30 gennaio, presso l’auditorium del nostro liceo, si è tenuto un incontro con Giovanni Impastato: all’iniziativa, promossa dall’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Venaria in collaborazione con il presidio di Libera dell’istituto, hanno partecipato le classi 2^A, 2^M e 2^T.
Giovanni è il fratello di Peppino Impastato, un giovane cresciuto negli anni Settanta a Cinisi, paese alle porte di Palermo, in una famiglia imparentata con il principale capomafia locale. Per lottare contro la mafia, Peppino arriva alla rottura con il padre e porta avanti la sua battaglia con coerenza fino ad essere ucciso il 9 maggio 1978, lo stesso giorno del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro a Roma. Non solo la notizia relativa all’assassinio del presidente Dc oscura la morte di Peppino; ma il clima di tensione legato al terrorismo viene sfruttato dalla mafia per far credere che il giovane siciliano sia morto per una propria imprudenza, commessa nella preparazione di un attentato a una linea ferroviaria. Solo una sentenza del 2002, al termine di una difficile battaglia processuale condotta da amici e familiari e ostacolata da numerosi depistaggi, ha ristabilito la verità: e cioè che Peppino è stato ucciso dai sicari di don Tano Badalamenti perché era diventato un personaggio scomodo per la mafia locale.

Immagine2 La vicenda è stata raccontata nel film “I cento passi”, cui Giovanni Impastato ha dedicato l’introduzione del suo intervento. Giovanni ha quindi sottolineato come il fratello abbia rilanciato storiche forme di lotta del movimento contadino, come l’occupazione delle terre; ma allo stesso tempo si sia fatto portatore di nuovi temi come la difesa dell’ambiente. Altrettanto innovativo è stato l’approccio di Peppino nell’opposizione alla mafia, in particolare il ricorso ad una ironia dissacrante e la diffusione dei suoi messaggi attraverso una delle prime radio libere. Giovanni ha quindi evidenziato l’attualità della lotta antimafia promossa da Peppino, e la sua stretta connessione con il contrasto ai rinascenti movimenti neofascisti, tema tra l’altro che spiega il patrocinio dell’ANPI rispetto all’iniziativa: si tratta di battaglie diverse, ma che hanno in comune lo scopo di proteggere la legalità democratica e la carta in cui essa affonda le radici, cioè la nostra Costituzione.
Infine  Giovanni Impastato ha celebrato il valore della cultura, della scuola e dell’impegno nello studio come potente - anche se non unica - arma per sollecitare le coscienze, praticare quotidianamente il rispetto delle regole e sconfiggere la cultura mafiosa. Nell’ultima parte dell’incontro è stato lasciato spazio alle domande degli studenti, che si sono diffusamente interrogati sul coraggio necessario per sfidare la mafia e su come, anche attraverso piccoli gesti quotidiani, gli studenti possano coltivare.
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  La classe 2A

Leggi la presentazione dell'attività.

La classe 2^A

Area riservata al personale
Ricordami

ECCELLENZE2 RID

 

 

 

 

 

alternanza

CORSI ECDL

L' Istituto è Test Center accreditato presso l'AICA, ente responsabile della ECDL (Patente Europea del Computer). Presso la nostra sede è possibile acquistare la Skills Card e sostenere gli esami.

CORSI DI LINGUE

 

L'istituto ha ottenuto l'attestato di riconoscimento per l'attività in preparazione agli esami ESOL.

Vi si svolgono corsi per il conseguimento del PET (Preliminary English Test) e del FCE (First Certificate in English).

 

ORIENTAMENTO

Il Liceo promuove iniziative rivolte sia agli alunni che frequentano la terza media (Orientamento in entrata) sia agli studenti del triennio che devono affrontare la scelta universitaria (Orientamento post-secondario).